Il sentiero dei nidi di ragno – Italo Calvino

il
Prima edizione oscar moderni maggio 2016

<<Perchè noi non facciamo la rivoluzione sociale, ma la liberazione nazionale.>>

Dal libro Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino

INFORMAZIONI GENERALI:

  • TITOLO: Il sentiero dei nidi di ragno
  • AUTORE: Italo Calvino
  • GENERE: romanzo storico
  • VOTO:

Classificazione: 3 su 5.

IL LIBRO:

Nel suo primo romanzo, Calvino racconta il fenomeno della Resistenza visto attraverso gli occhi di un bambino di nome Pin.

Nella sinossi del libro sono riportate le parole dell’autore stesso:

<<Tutto doveva essere visto dagli occhi di un bambino, in un ambiente di monelli e vagabondi. Inventai una storia che restasse in margine alla guerra partigiana, ai suoi eroismi e sacrifici, ma nello stesso tempo ne rendesse il colore, l’aspro sapore, il ritmo…>>

Italo Calvino

Non amo particolarmente il modo di scrivere di questo autore, ma non posso fare a meno di riconoscere la genialità della sua idea, genialità dovuta all’insolito accostamento della leggerezza della fanciullezza alla gravosità del Fascismo.

Pin, per vari motivi, durante le sue vicissitudini, si ritrova in un gruppo di partigiani e, con loro, passa le giornate osservando il loro stile di vita.

I sogni dei partigiani sono rari e corti, sogni nati dalle grotte di fame, legati alla storia del cibo sempre poco e da dividere in tanti: sogni di pezzi di pane morsicati e poi chiusi in un cassetto. I cani randagi devono fare sogni simili, d’ossa rosicchiate e nascoste sottoterra. Solo quando lo stomaco è pieno, il fuoco è acceso e non s’è camminato troppo durante il giorno, ci si può permettere di sognare una donna nuda e ci si sveglia al mattino sgombri e spumanti, con una letizia come d’ancore salpate.”

Dal libro Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino

I veri protagonisti della storia sono, secondo me, gli uomini. Capita infatti che Calvino lanci, in maniera indiretta, grida di lamentela contro l’umanità:

Pin si diverte a disfare le porte delle tane e a infilzare i ragni sugli stecchi, anche a prendere i grilli e a guardarli da vicino sulla loro assurda faccia di cavallo verde, e poi tagliarli a pezzi e a fare strani mosaici con le zampe su una pietra liscia.

Pin è cattivo con le bestie: sono esseri mostruosi e incomprensibili come gli uomini.

Dal libro Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino

<<Vedi, se l’avessi saputo, da giovane mi sarei messo nei politici anch’io. Perchè a fare i reati comuni non si risolve niente e chi ruba poco va in galera e chi ruba tanto ha le ville e i palazzi.>>

Dal libro Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino

Vorrei concludere la recensione di questo libro con la citazione che più mi ha colpito, evitando di commentarla così da lasciare ad ognuno le proprie impressioni:

Qui si combatte e si muore così, senza gridare evviva.

Dal libro Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino

CONSIGLIATO?

Sì. Anche se non sono un’amante di questo autore – per il modo in cui scrive – non posso non consigliare la lettura di questo libro. Sono felice di averlo letto, e tu? Cosa stai aspettando?

Nina<3.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...